Blog

The show must go on


A distanza di mesi dall’inizio della pandemia, sarebbe da dire che i virologi dovrebbero stare nei reparti a fare il loro lavoro invece di scaldare le poltrone dei salotti televisivi, perché i pareri di chi ha studiato una materia e lavora a suo stretto contatto, specialmente in una fase senza precedenti come questa, è utile per formarsi un’opinione che rimane comunque parziale, dal momento che per argomenti simili serve una grande padronanza scientifica dei temi in questione prima di poter dire la propria. 

Il punto centrale semmai è un altro, e potremmo dire che sta a monte. E’ da chiedersi infatti quanto la nostra televisione tende a indugiare fin troppo nell’opinionismo, nello scontro diretto, nel porta a porta a tutti i costi e quanto invece punta a fare un’informazione limpida e divulgativa nel senso più puro del termine.

Dal momento che i programmi in cui si discute di argomenti di attualità sono decisamente in maggioranza rispetto a quelli in cui si informa senza accavallare opinioni diverse, e dal momento in cui sebbene il contraddittorio in un dialogo sia sempre fondamentale, forse quando si parla di salute di milioni di persone non è così indispensabile buttare nel tritatutto qualsiasi argomento, la tv italiana potrebbe spingersi in una direzione che privilegi la chiarezza e NON lo spettacolo.

Si può attendere una risposta, un parere attendibile, invece di volerli subito pronti all’uso e consumo dello spettatore anche quando non sono ancora stati formulati in modo netto, basti pensare alla polemica dei vaccini e delle mascherine e chi ne ha più ne pensa!!

Si può fare divulgazione senza che gli esperti diventino una squadra da tifare, ognuno con la sua versione dei fatti da mettere sul piatto, ognuno con la sua visione del mondo e della scienza. E mi chiedo anche dove trovino il tempo per scrivere libri su libri !!!

The show must go on, certo, ma l’informazione, specialmente quella scientifica, non deve per forza essere sempre uno show, in particolar modo quando il rischio è creare ancora più danni e confusione.



Negozi sfitti e degrado urbano e il pensiero del Comitato Civico Mantova Viva

Come Comitato Civico Mantova Viva tra i dodici punti, consultabili su sito www.mantovaviva.it, abbiamo anche pensato soluzioni al ...


Riformare la scuola

Oggi come oggi la laurea è diventata il nuovo diploma. Senza la laurea trovare lavoro diventa molto più difficile. O forse ...


La questione infinita dei Rider: lavoro subordinato o dipendente?

Leggo in data odierna che il procuratore Francesco Greco della procura di Milano: “indagati i rappresentanti dei colossi del delivery ...