Blog



I civici di Viva mantova per un reale cambiamento

Ogni gesto e ogni nostra parola sono spesso dettati dalla spinta emotiva a perseguire un certo fine che tenda a unificarli. Dato che i nostri fini nella quotidianità sono molti, l’istinto tende a unificare i vari fini in un fine unico quale la salute, il denaro, il potere, la fama, l’amore ecc..


Il progetto “SENIOR ACTIVE”

L’invecchiamento è un fenomeno ormai diffuso. Le stime indicate dall’Istat a Mantova nel 2020 sono di 62 individui a carico, ogni 100 che lavorano. L’indice di ricambio della popolazione attiva rappresenta il rapporto percentuale tra la fascia di popolazione che sta per andare in pensione (60-64 anni) e quella che sta per entrare nel mondo del lavoro (15-19 anni).


Mantova tra remoto e futuro

Un progetto ambizioso per un reale cambiamento


Tour elettorale candidato sindaco

TOUR IN CITTÀ E QUARTIERI dal 21 Luglio al 15 Settembre dalle ore 18 alle 22


Installazione antenne rete 5G – COMUNICATO STAMPA

Come Lista Civica Viva Mantova in corsa per le prossime elezioni Comunali e affiliata all’Associazione Nazionale Alleanza Stop 5G sappiamo per certo che in molti Comuni le società telefoniche si stanno attivando per richiedere l’istallazione di antenne per il 5G frequenza 700 Mhz. 


Corneliani e la delocalizzazione delle aziende made in italy

La delocalizzazione delle aziende italiane all’estero è ormai un fatto. Il numero è aumentato vistosamente. Ci auguriamo che il prestigioso gruppo Corneliani non faccia la fine di molti grandi e piccoli gruppi industriali che hanno trasferito la loro produzione in altri Paesi, ove il costo del lavoro è più basso anche del 75% rispetto alla paga di un lavoratore italiano.


Flash Mob - Stop rete 5G a Mantova

SABATO 20 GIUGNO - ore 17 - Piazza Martiri di Belfiore


Colao vuole imporre la rete 5g

Fase 3 - Colao propone l’azzeramento di 516 Comuni d’Italia che hanno deciso loStop alla rete 5G, ordinando l’irradiazione a 61 V/m


L’italia in coda agli stati membri ue

La nostra cara Italia. Da sempre in coda agli altri stati membri UE. Ad ognuno il suo capro espiatorio: la globalizzazione, la Cina, i migranti e ora il Covid 19.